CONDIVIDI

La città svedese di Landskrona è il sito di produzione scelto per la city car elettrica “Uniti”. Questo è stato recentemente deciso dall’omonima start-up, Uniti (www.uniti.earth), fondata nel 2016. Il fondatore e CEO Lewis Horne vuole presentare ufficialmente il veicolo, essenzialmente progettato con telaio in fibra di carbonio (CFRP) , il 7 dicembre 2017 presso la sua sede principale a Lund / Svezia. La produzione completamente automatizzata è prevista per l’inizio del 2018, con la prospettiva delle prime consegne nel 2019.

Per questa imminente auto elettrica, Uniti ha generato fondi per circa 1,2 milioni di euro attraverso il crowdfunding. Più di 1.000 persone hanno investito e 915 hanno pre-ordinato questo veicolo, che avrà un costo di circa 20.000 euro e avrà due o quattro posti, a seconda del modello. Inoltre, Uniti ha come partner chiave Siemens e il colosso di robot industriali Kuka.

Per lo meno, questo sembra sostenere la teoria che la barriera di ingresso alla produzione di veicoli elettrici sia stata significativamente ridotta rispetto ai veicoli a motore tradizionali (si veda Plasteurope.com del 06.10.2017).

Per chi vive in un appartamento in città o non ha possibilità di ricaricare l’auto nella propria casa, l’auto è dotata di una batteria estraibile che consente di ricaricare fino a 30 km, che è meno della media di chilometri che si fanno generalmente in città.

Il focus costante sulla costruzione di un auto leggera non è l’unico approccio di Uniti. La società commercializzerà  il proprio veicolo anche con display a realtà aumentata e ricarica elettrica al 100%. Si prevede che il veicolo elettrico abbia un’autonomia di 300 km e una velocità massima di 120 km / h. Secondo il produttore, il “Combined Charging System” (CCS) consentirà di caricare fino all’80% della capacità della batteria in meno di 15 minuti.

Comments

comments