Home Blog Page 2

Guida autonoma al via la sperimentazione su strada

0

Firmato i giorni scorsi dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio un Decreto ministeriale che da il via alla guida autonoma in Italia autorizzando la sperimentazione su strada di questa nuova tecnologia.

Guida autonoma dopo Usa e Germania è la volta dell’Italia.

E’ la prima volta che in Italia viene adottato un provvedimento del genere. Il decreto  fissa le regole e le modalità attraverso con le quali si potrà dare il via alle sperimentazioni.

Il provvedimento, chiamato “Smart Road”, mira a rendere le infrastrutture statali idonee alla tecnologia. Prima di tutto si dovrà dotare tutta l’infrastruttura stradale con servizi di connessione di routing hotspot Wifi. Ciò rendera possibile rilevare il traffico e le condizini metereologiche.

Gli interventi principali dovrebbero essere completati tutti entro il 2025.

I nuovi servizi verranno estesi gradualmente a tutte le strade. Tutte le opere che si dovranno realizzare ex-novo dovranno essere dotate di infrastrutture connesse.

Bollinger B1 il fuoristrada elettrico

0

Dalla sua inaugurazione, Bollinger Motors è stata impegnata a testare il su veicolo completamente elettrico B1 in una serie di ambienti difficili. Per prima cosa, abbiamo visto lauto elettrica da 360 cavalli  e un autonomia fino a 320 km che ha affrontato una pista. Successivamente, Bollinger ha condiviso il video del fuoristrada che guidava sugli alberi caduti nei boschi. Ora, la società con sede a New York ha portato il suo veicolo elettrico per affrontare i sentieri in Colorado e Utah.

Oltre a quel video, Bollinger ha pubblicato due brevi clip dallo Utah un paio di settimane fa.

 

NIKOLA POWERSPORTS LANCIA LA LINEA OFF-ROAD 2019

0

Nikola Powersports ha pubblicato un video del suo attesissimo UTV (utility task vehicle) elettrico. Il video cinematografico mette in scena un UTV misterioso e non identificabile che garegia contro CanAm Maverick X3 Turbo 2017 e del Polaris RZR 1000 Turbo 2017.

Il Nikola UTV è un veicolo fuoristrada completamente elettrico, 4X4.

Denominato “Nikola Zero” in fase di sviluppo, il veicolo è stato ufficialmente chiamato Nikola NZT per riflettere il design aggiornato e le prestazioni in preparazione per la produzione.
Tutte specifiche su www.nikolapowersports.com

electricon.it

Nuova rete di ricarica ad alta potenza prevista per le aree metropolitane europee

0

Fortum Charge & Drive e Allego stanno avviando un progetto paneuropeo di un network  di ricarica interoperabile nelle aree metropolitane e lungo le autostrade, basato sull’architettura di ricarica ad alta potenza e sugli hub di ricarica intelligente. La rete di ricarica pianificata faciliterà le aree metropolitane in 20 paesi fino al 2025.

MEGA-E

Il progetto denominato MEGA-E è selezionato e consigliato per il cofinanziamento dall’Unione Europea. Il piano comprende 322 charger ultrarapidi e 27 hub di ricarica intelligenti in 20 paesi europei. Attraverso il progetto congiunto Allego continuerà a sviluppare la rete di ricarica in Europa centrale e Fortum nella regione nordica. L’inizio è previsto dopo la chiusura finanziaria prevista per la prima metà del 2018. Allego e Fortum accolgono nuovi partner per partecipare a questo progetto. Il progetto inizia in Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Svezia e Regno Unito.

“Crediamo in un approccio infrastrutturale aperto. Ciò significa che è destinato ad accogliere ogni cittadino e diversi modelli di auto presso i nostri charger. L’idea è quindi anche quella di combinare più soluzioni di ricarica per soddisfare esigenze e velocità diverse. La rete di ricarica MEGA-E rappresenterà un’importante pietra miliare per tutti i conducenti di veicoli elettrici e i pendolari in Europa “, afferma Rami Syväri, VP Fortum Charge & Drive.

Il 70% del traffico in Europa si svolge nelle aree urbane

“Circa il 70% del traffico in Europa si svolge nelle aree urbane, dove l’impatto di CO2 è il più alto. Con la rete di ricarica di MEGA-E, facilitiamo diverse forme di mobilita elettrica e supportiamo viaggi senza emissioni non solo all’interno delle aree urbane, ma anche da un’area metropolitana a un’altra. La creazione dei cosiddetti “hub di ricarica elettrica” in cui combiniamo più soluzioni di ricarica nella stessa posizione per caricare i veicoli elettrici è unica. Gli hub di ricarica elettrica avrebbero quindi un impatto e un’efficacia ottimali sia per il sistema energetico che per quello della mobilità “, afferma Anja van Niersen, CEO di Allego.

Fortum Charge & Drive e Allego sono i primi operatori paneuropei a fornire un approccio integrato per connettere le aree metropolitane con una rete di ricarica coerente. Il MEGA-E sostiene gli obiettivi a livello UE per promuovere la mobilità a basse emissioni e una migliore qualità della vita per i suoi cittadini. Il progetto MEGA-E si basa sulla visione sviluppata dall’UE nel 2009, quando è stato sviluppato il cluster Innovazione nel programma TEN-T / CEF. Il progetto è tra i primi a implementarlo su scala europea. Ulteriori dettagli sulle posizioni e sui partner di localizzazione verranno forniti in una fase successiva.

Ulteriori informazioni:

Fortum Charge & Drive

Rami Syväri, Vicepresidente, Mobile +358 40 7095566, e-mail rami.syvari@fortum.com

Allego

Harold Langenberg, responsabile strategia e comunicazione, cellulare +31 6 29108659, e-mail harold.langenberg@allego.eu

La partnership

Fortum Charge & Drive e Allego sono due attori principali nello sviluppo e nella gestione delle infrastrutture di ricarica in Europa. A settembre 2017 le due società hanno firmato una lettera di intenti per cooperare per creare un’esperienza di ricarica integrata e senza interruzioni per i conducenti di veicoli elettrici in tutta Europa. Il progetto MEGA-E è un importante risultato di questa intenzione.

Fortum Charge & Drive

Fortum Charge & Drive è un pioniere nella ricarica di veicoli elettrici e ha una rete di circa 1500 caricabatterie intelligenti affiliati nei paesi nordici. www.chargedrive.com

Allego

Allego è un fornitore leader di soluzioni di ricarica che ha una notevole esperienza nella mobilità ellettrica, compresa la creazione di una rete di caricabatterie rapidi multi standard in tutti i Paesi Bassi, Germania, Belgio, Regno Unito e Lussemburgo. Allego ha oltre 7300 prese di ricarica nelle aree urbane e lungo le principali vie di trasporto. www.allego.eu

FORTUM CORPORATION COMUNICATO STAMPA 22 gennaio 2018

Ecco come funziona la guida autonoma

0

Dopo aver raggiunto gli 8 milioni di chilometri percorsi su strade pubbliche con le sue auto a guida autonoma, Waymo rilascia un video completo che mostra ciò che il loro furgone a guida autonoma vede in tempo reale.

Al di fuori della comunità tecnologica, la tecnologia della guida autonoma sta ancora vedendo molte avversità da parte di persone che non si fidano che un computer guidi la loro macchina.

Un nuovo video rilasciato da Waymo di Alphabet (l’azienda che detiene google per intenderci ) fa un ottimo lavoro per fare conoscere alle persone la tecnologia.

Questo nuovo video a 360 gradi di Waymo è un grande esempio che mira ad  aiutare le persone a comprendere questo potenziale in un modo più approfondito:

Ovviamente, c’è da dire che la tecnologia di guida autonoma non è ancora così sicura come i conducenti umani e necessita di maggiore sviluppo per poter lavorare in tutte le possibili condizioni di guida.

Le auto a guida autonoma ha molto più potenziale in termini di percezione, visione e affidabilità.

Polestar 1 in europa al Salone di Ginevra

0

l prossimo Salone di Ginevra sarà la prima occasione per il pubblico europeo di vedere la Polestar 1. L’elegante e performante coupé è stata inizialmente presentata a Shanghai nell’ottobre 2017, ma da allora non è stata più esposta.

“Non vediamo l’ora di esporre al Salone di Ginevra e siamo entusiasti di ricevere feedback e vedere le reazioni del pubblico sulla nostra prima vettura e sul nostro nuovo marchio”, ha dichiarato Thomas Ingenlath, Chief Executive Officer di Polestar. “Il nostro stand a Ginevra sarà una potente incarnazione di ciò che incarna il nostro marchio: design senza compromessi, puro e progressivo.”
Polestar era in precedenza la divisione per le auto ad alte prestazioni a da corse di Volvo, ma la casa madre, la Geely, spinse l’azienda a porre un maggiore focus sulle auto elettrifiche
Il primo prodotto della nuova azienda, con il nome di Polestar 1, è una coupé che ha una forte somiglianza con i moderni Volvo, in particolare con la S90. È dotato di un corpo in fibra di carbonio e viaggia sulla piattaforma SPA di Volvo.

600 Cv, 1000 Nm di coppia e un’autonomia di 150 km

La casa automobilistica afferma alte capacità del modello, il propulsore è ibrido a trazione integrale fa 600 cavalli (1.000 Newtonmetri) di coppia. Quando si utilizza esclusivamente energia elettrica, le batterie hanno una carica sufficiente per trasportare l’auto a 93 miglia (150 chilometri).
Il Polestar 1 inizierà la produzione a metà del 2019 in un nuovo stabilimento a Chengdu, in Cina. I piani iniziali prevedevano la costruzione di 500 esemplari all’anno, ma la domanda è stata così grande dopo il debutto di ottobre che l’azienda ha riadattato per assemblarne ancora di più. Polestar non ha ufficialmente annunciato i prezzi, ma si ipotizza una cifra da $ 150.000 a $ 177.000
Il prossimo passo della società sarà il lancio di Polestar 2 come una berlina completamente elettrica più economica a partire da circa 40.000 euro.

600 Cv, 1000 Nm di coppia e un’autonomia di 150 km

Jaguar presenta ufficialmente la versione di produzione di I-Pace completamente elettrica

0

Jaguar ha ufficialmente presentato la sua versione di produzione del suo primo veicolo completamente elettrico: l’I-Pace.

Dopo aver già rilasciato molte delle specifiche nell’ultimo anno, non abbiamo avuto molte sorprese oggi, ma il costruttore ha confermato tutte le specifiche di produzione.

Per il merito di Jaguar, la versione di produzione sembra molto simile al concept.

Il design del veicolo è piuttosto sorprendente e ha già ricevuto molte lodi. L’esterno è elegante quanto lo era quando era solo un concept, mentre gli interni hanno avuto aggiornamento più significativo nella versione di produzione.

Ecco alcune nuove immagini del veicolo che hanno presentato oggi come parte del loro “lancio digitale globale” (il debutto sarà alla fiera di Ginevra della prossima settimana):

Autonomia di 480 km nel ciclo WLTP

L’azienda dice che la batteria da 90 kWh consentirà  un autonomia stimata di 480 km nel ciclo WLTP.

Jaguar ha anche chiarito le capacità del veicolo:

“I proprietari saranno in grado di raggiungere uno 0-80 percento di carica della batteria in circa 40 minuti utilizzando le strutture disponibili pubblicamente  di ricarica rapida a 100kW. La ricarica domestica con una wall box da  230V / 32A AC (7kW) raggiungerà lo stesso stato di carica (0-80 percento) in poco più di dieci ore – ideale per la ricarica durante la notte. “

Nuovo materiale per i supercondensatori, ricarica in 10 min invece che di 8 ore.

0

I team della Bristol University e della Surrey University hanno sviluppato un materiale di ultima generazione per i supercondensatori, che immagazzinano la carica elettrica e possono essere ricaricati più velocemente delle normali batterie.

I ricercatori hanno affermato una svolta nella tecnologia di stoccaggio dell’energia che potrebbe consentire alle auto elettriche di fare gli stessi km dei veicoli a benzina e diesel e ricaricarsi in pochi minuti anziché in ore.

Ricarica in 10min

Ciò potrebbe consentire alle auto di ricaricarsi in 10 minuti, piuttosto che alle otto ore che possono servono in media per ricaricare le batterie agli ioni di litio negli attuali veicoli elettrici.

La tecnologia ha una densità energetica sufficiente da poter superare dai 200 ai 350 miglia.

Il dottor Donald Highgate, direttore della ricerca di Superdielectrics – una società che ha collaborato con le università per la ricerca, ha dichiarato: “Potrebbe avere un effetto sismico sull’energia, ma non è un affare fatto”.

I supercondensatori esistono da decenni e possono immagazzinare e rilasciare rapidamente energia. Elon Musk di Tesla ha affermato che una svolta nel settore dei trasporti è più probabile che derivi da supercondensatori che  delle batterie.

Superdielectrics stava originariamente sviluppando un polimero che poteva essere trasparente e contenere circuiti elettronici per un potenziale utilizzo nelle applicazioni in stile Google Glass.

Ma dopo aver realizzato le capacità di accumulo di energia del materiale, nel 2014 ha cambiato rotta e ha prodotto dimostrazioni da 10 cm² che possono alimentare un piccolo ventilatore o una lampadina a LED.

Ci sono tuttavia degli svantaggi della tecnologia. Se si lasciasse una macchina con supercondensatori per un mese in un parcheggio dell’aeroporto, avrebbe perso molto del suo carico nel momento in cui sei tornato, hanno ammesso i ricercatori. Per questo motivo, si aspettano che le prime auto di questo tipo abbiano anche una piccola batteria convenzionale.

I team di Bristol-Surrey ritiene che il polimero che stanno utilizzando potrebbe essere più denso di energia rispetto agli ioni di litio, con 180 watt-ora per chilogrammo rispetto a 100 Wh / kg-120 Wh / kg per gli ioni di litio commerciali.

Il dott. Thomas Miller, un esperto di supercondensatori all’University College di Londra, che non è stato coinvolto nel lavoro, ha detto che la tecnologia dovrebbe crescere per competere. “Se è stato compiuto un significativo salto di densità energetica, sarebbe un risultato importante”, ha affermato.

“Una considerazione importante che deve ancora essere provata  la scalabilità, i costi e la sostenibilità della nuova tecnologia.”

Highgate si è detto fiducioso che la produzione di prototipi potrebbe essere avviata entro due anni, inizialmente per uso specialistico, ad esempio da parte dell’esercito.

Macchine ibride 2018. L’auto ibrida con il miglior rapporto prezzo qualità.

0

Macchine ibride 2018.

La vendita delle auto ibride segue un trend in costante crescita. grazie a nuovi modelli sul mercato.
Qual è quindi la miglior auto ibrida in vendita in Italia?

Suzuki IGNIS Ibrida

Si parte con la Suzuki Ignis. L’auto ibrida con il miglior rapporto prezzo qualità del 2018. Ignis è una city car di ultima generazione con un aspetto sportivo ed aggressivo con un carattere da off-road.

Suzuki Ignis ibrida

L’equipaggiamento tecnologico di serie è di altissimo livello e, in abitacolo, si avverte la netta sensazione di trovarsi in un’auto del futuro. La combinazione ibrida con motore benzina da 90 cavalli, permette di percorrere da 25 a 30 km con un litro. La variante ibrida a benzina ha sotto al cofano un 1.2 Dualjet da 90 cavalli di potenza abbinato ad un sistema ibrido SHVS composto da un generatore, un piccolo motore elettrico ed un pacco batterie agli ioni di litio.

Prezzo parte da € 16.800 euro per la 2WD in allestimento iTop e da 18.300 euro per la 4WD.

Xpeng, il marchio elettrico cinese raccoglie fondi e convince anche Alibaba

0

La cinese Xpeng che già a Las Vegas aveva presentato il suv elettrico G3, ma che era stata “oscurata” dalla connazionale Byton, adesso, grazie all’annuncio sui nuovi investitori, la start-up del Regno di Mezzo ha guadagnato gli onori della cronaca.

Ad Hong Kong ha ufficializzato di aver rastrellato complessivamente attorno ai 650 milioni di euro (5 miliardi di Rmb, la valuta cinese). La sola ultima raccolta ha raggiunto i 2,2 miliardi. La Xpeng ha fatto sapere che fra i nuovi soci ci sono società del calibro di Alibaba, il colosso cinese del commercio elettronico che ad esempio già coopera con Audi, Foxconn (la multinazionale taiwanese che produce su licenza per conto di Apple), Nintendo, Microsoft, ed il fondo di private equity IDG Capital.

Xpeng è un’altra ambiziosa società asiatica dal fortissimo accento cinese che punta a rivaleggiare con Tesla, forse anche troppo visto che gli addetti ai lavori hanno rilevato parecchie somiglianze, sia dentro l’abitacolo (con un generoso touchscreen da 15,6 pollici) sia esternamente, con la Model X.

In realtà, anche questo costruttore fondato a Guangzhou nel 2014 deve ancora dimostrare ciò che è in grado di fare. Il Suv G3 ha un aspetto gradevole, ma le sue caratteristiche tecniche sono ancora “misteriose”. La casa ha lasciato intendere che l’autonomia dovrebbe aggirarsi attorno ai 300 chilometri e che G3 ha uno spunto da 0 a 100 all’ora in poco meno di 6 secondi grazie ad una propulsione elettrica a trazione integrale da 190 cavalli.

Eventuali fan residenti fuori dalla Cina sono tuttavia destinati ad armarsi di molta pazienza. Il Suv elettrico dovrebbe essere commercializzato in Cina forse entro la fine del 2018 (anche se gli osservatori d’Oltreoceano speculano sul 2019) e ancora non sono stati ufficializzati piani per il debutto su altri mercati.

La start-up, che pare abbia anche fornitori italiani, si è concentrata sulle potenzialità legate alla guida autonoma. Il Suv è equipaggiato con 10 telecamere(due all’interno dell’abitacolo ed una delle quali panoramica installata sul tetto per una visione a 360° dell’ambiente e per condividere il paesaggio) e 15 sensori che ne farebbero, assicura Xpeng, “il più potente veicolo a guida automa fra tutti i costruttori cinesi”.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com