CONDIVIDI

I materiali solari trasparenti che possono essere applicati alle finestre rappresentano un’enorme fonte di energia non sfruttata e potrebbero essere utilizzati come energia di massa, unità solari sul tetto più ingombranti, gli scienziati riferiscono oggi in Nature Energy.

Guidati dai ricercatori di ingegneria della Michigan State University, gli autori sostengono che l’uso diffuso di tali applicazioni solari trasparenti, insieme alle unità rooftop, potrebbe quasi soddisfare la domanda di elettricità degli Stati Uniti e ridurre drasticamente l’uso di combustibili fossili.

“Le celle solari altamente trasparenti rappresentano l’onda del futuro per nuove applicazioni solari”, ha affermato Richard Lunt, professore associato di Johansen Crosby Professore associato di ingegneria chimica e scienze dei materiali presso MSU. “Abbiamo analizzato il loro potenziale e lo abbiamo dimostrato come un tetto solare fornendo al contempo funzionalità aggiuntive per migliorare l’efficienza degli edifici, delle automobili e dell’elettronica mobile.”

LUNCES AND COMPONENTS MSU è stato pioniere nello sviluppo di un concentratore solare luminescente trasparente. Il materiale sottile simile alla plastica può essere utilizzato su edifici, finestre, telefoni cellulari o altri dispositivi.

Il sistema di raccolta solare utilizza molecole organiche sviluppate da Lunt e dal suo team per assorbire le lunghezze d’onda invisibili della luce solare. I ricercatori possono “sintonizzare” questi materiali per raccogliere solo le lunghezze d’onda dell’ultravioletto e del vicino infrarosso che convertono questa energia in elettricità (guarda qui una dimostrazione del processo).

Spostare il consumo globale di energia lontano dai combustibili fossili richiederà tecnologie di energia rinnovabile innovative ed economiche. Solo circa l’1,5 per cento della domanda di elettricità negli Stati Uniti e nel mondo è prodotta da energia solare.

Negli Stati Uniti, negli Stati Uniti. Il 40 percento della domanda di energia negli Stati Uniti – circa lo stesso potenziale delle unità solari sul tetto. “Il dispiegamento gratuito di entrambe le tecnologie,” ha affermato Lunt, “potrebbe portarci vicino al 100% della nostra domanda se miglioriamo anche lo stoccaggio di energia”.

Circa dal 15 al 18 percento efficiente. L’energia solare trasparente sarà più efficiente nel convertire l’energia solare in energia elettrica rispetto alle loro controparti opache, potrebbero avvicinarsi alla superficie, ha detto.

Al momento, le tecnologie solari trasparenti rappresentano solo un terzo del loro potenziale complessivo realistico, ha aggiunto Lunt.

“Questo è ciò a cui stiamo lavorando”, ha detto. “Le applicazioni solari tradizionali sono state ricercate attivamente per cinque decenni, ma abbiamo lavorato su queste celle altamente trasparenti per cinque anni. In definitiva, questa tecnologia offre un promettente percorso verso l’adozione solare a basso costo e su superfici piccole e grandi che prima erano inaccessibili. ”

Il lavoro è finanziato dalla National Science Foundation e dal Dipartimento di educazione degli Stati Uniti.

 

 

Comments

comments